Home‎ > ‎

Informazioni Generali

Finalità

Il Master ha lo scopo di formare figure professionali con le necessarie competenze per la tutela della Privacy e dei dati sensibili, per la progettazione, organizzazione, gestione e coordinamento della sicurezza dell’informazione nella Pubblica Amministrazione e nella Sanità in particolare.
 
Il nuovo Regolamento Europeo sulla "Data protection" (COM 2012-11), in fase di ratifica dopo più di due anni di acceso dibattito e più di 3000 emendamenti, che entrerà in vigore in tutti gli Stati membri verso la metà del 2014, introduce la nuovissima figura obbligatoria del "Data Protection Officer" (figura che in alcune PA più virtuose della realtà italiana era stata già da tempo introdotta con la funzione del “Privacy e Security Manager”). Il DPO rappresenterà il riferimento organizzativo per la Privacy all’interno dell’Ente. In tale veste dovrà curare i rapporti con l’Autorità Garante, coordinare tutte le attività svolte al riguardo dalle diverse strutture aziendali e dai punti operativi, sorvegliare il rispetto della normativa di legge, supportare e riscontrare, in particolare per quanto riguarda gli aspetti organizzativi, tutte le funzioni interessate nell’attività di presidio dell’applicazione della legge. Curerà i previsti adempimenti di carattere generale, coinvolgendo all’occorrenza le diverse strutture e sarà chiamato a fornisce, su richiesta, consulenza interna. Il Data Protection Officer dovrà interagire, ove necessario, con il Titolare ed i Responsabili e formulare proposte nella specifica materia; per quanto concerne i trattamenti di dati informatizzati, sarà chiamato a collaborare alla definizione e coordinerà l’applicazione delle regole e dei permessi di accesso ai dati informatizzati ed alla definizione degli strumenti tecnici necessari  in accordo con gli Amministratori di Sistema e con la Direzione Generale. Dovrà predisporre i regolamenti per la gestione dei profili di accesso ai dati informatici sensibili e per il corretto e legale utilizzo delle risorse informative in senso generale e delle tecnologie della comunicazione in particolare. Predisporrà Regolamenti e protocolli operativi per le attività che comportano i trattamenti di dati personali  e un piano periodico per verificare l’applicazione e l’efficacia delle regole di sicurezza informatica; verificherà l’efficacia delle misure tecniche di sicurezza adottate per la protezione dei dati informatizzati, formulando proposte per il piano di formazione in materia per i Responsabili e per gli Incaricati dei trattamenti, al fine di renderli edotti dei rischi individuati e delle misure atte alla prevenzione dei danni.

Queste nuove figure professionali quindi, oltre all'esperienza acquisita sul campo, dovranno possedere una preparazione multidisciplinare di carattere giuridico e tecnologico-informatico e dovranno conoscere elementi di computer forensic, di criminologia, di criminalistica e di sociologia per poter affrontare le nuove sfide che lo sviluppo delle tecnologie informatiche e della comunicazione associate alla forte volontà governativa di dematerializzazione propongono.

 

Stage

E’ previsto uno stage professionalizzante per ogni candidato, da svolgere in una delle strutture che hanno già manifestato la loro disponibilità (al momento, Insiel, Regione FVG, Ospedali Riuniti di Trieste, TBS Group)

Requisiti di accesso

Al Master si accede con diploma di laurea quinquennale in Informatica (23/S), Scienze dell’Informazione e della Comunicazione (67/S), Ingegneria (25-38/S), Fisica (20/S), Matematica (45/S), Giurisprudenza (22/S), Scienze Politiche (70/S), Sociologia (89/S) o altri titoli riconosciuti ad essi equipollenti (normativa antecedente il DM 509/99) o Specialistica (secondo il DM 509/99), o Magistrale (secondo il DM 270/04) a carattere ingegneristico, informatico, fisico, matematico, statistico, giuridico, sociologico o altro titolo ritenuto equivalente dal Consiglio del Master.

Sono ammessi inoltre gli studenti in possesso di diploma di laurea quadriennale secondo il vecchio ordinamento.

Ai fini dell’ammissione al Master universitario, la valutazione dei titoli conseguiti all'estero, sia in paesi della CEE che extracomunitari e della loro equivalenza ai soli fini dell’iscrizione al master è decisa dal Consiglio di Master.

Numero di partecipanti

Il Master non sarà attivato se il numero di iscritti sarà inferiore a 10.

Il massimo numero di studenti che possono essere ammessi è 50.

Tassa di iscrizione e borse di studio

La tassa di iscrizione è di 3000 euro.

Sono previste borse di studio INPDAP e Regione Friuli Venezia Giulia a copertura totale del costo di iscrizione. Saranno fornite indicazioni su questo sito non appena disponibili.

Prova di ammissione

La prova di ammissione sarà indipendente dal numero degli iscritti e consisterà nella valutazione dei titoli. La selezione verrà fatta sulla base del seguente criterio oggettivo e non discrezionale.

Costituiscono titoli valutabili:
  • la tesi di Laurea svolta in discipline attinenti le materie del Master;
  • il voto di laurea;
  • eventuali pubblicazioni o esperienze lavorative attinenti le materie del Master;
  • attestati di frequenza a corsi attinenti il settore
Il punteggio sarà attribuito come di seguito indicato:
  • tesi di Laurea (fino ad un max di 20 punti)
  • voto di Laurea (fino ad un max di 25 punti)
  • voto riportato negli esami di profitto dei Corsi di Laurea in discipline attinenti al Master (di ingegneria biomedica, elettronica, informatica, gestionale e industriale, di cultura generale in biologia, medicina, impiantistica e gestione del rischio) (fino ad un max di 25 punti)
  • pubblicazioni scientifiche ed eventuali altre tesi, in materia attinente al Master (fino ad un max di 10 punti). Per i lavori pubblicati all'estero deve risultare la data ed il luogo di pubblicazione. Non saranno valutati lavori originali non pubblicati od in corso di stampa. In caso di presentazione di estratti anche in copia conforme, dovrà essere possibile rilevare l'editore.
  • Altri titoli di studio e professionali, atti di frequenza a corsi professionali e di aggiornamento, e attestati di attività professionali in campi attinenti al Master (fino ad un massimo di 10 punti).
  • Titoli di conoscenza della lingua inglese (fino ad un max di 10 punti; le prove di accertamento della lingua inglese superate come esame di un corso di laurea valgono tanti punti quanto sono i crediti attribuiti moltiplicati per due, fino a saturazione a 10

Metodologia Didattica

La metodologia didattica sarà calibrata sulle necessità di un Master post laurea e beneficerà dell’esperienza pluriennale specifica degli organizzatori, sia a livello di singoli docenti strutturati sia a livello di Ateneo.

Circa la metà delle ore di didattica frontale (150 su 300) saranno effettuate da docenti esterni, altamente qualificati. Queste ore verteranno in modo pressoché integrale su testimonianze aziendali ed organizzative rilevanti nel settore specifico.

Ogni candidato effettuerà uno stage in cui verificherà concretamente le problematiche analizzate in aula e dovrà preparare un documento di valutazione dei rischi e proposta di modello organizzativo come elaborato finale.